Quaresima di fraternità

Domenica 21 marzo 2021

Tema "MIGRANTI/RIFUGIATI"

Focus

Focus sul tema tratti da Insieme per gli ultimi:

È aumentato da 150 milioni nel 2000 a 272 milioni nel 2020 il numero dei migranti nel mondo, ed il numero dei rifugiati è aumentato da 14 a 26 milioni: così sono definiti coloro che fuggono o sono stati espulsi dal suo proprio paese a causa di discriminazioni politiche, religiose, razziali, di nazionalità. Fuggono dalla povertà, dalla guerra o dagli effetti del cambiamento climatico o, semplicemente, sono alla ricerca di una vita migliore. Con le loro rimesse – passate da 126 a 689 miliardi di USD negli ultimi 20 anni – contribuiscono alla vita delle famiglie e delle comunità rimaste nel paese di origine e con il loro lavoro concorrono al benessere dei paesi in cui si trovano, compreso il nostro stesso benessere, e delle nostre famiglie. In Italia si calcola che circa il 9% del PIL sia dovuto ai lavoratori stranieri. Uno scenario sul quale il Covid 19 ha avuto ripercussioni profonde, come racconta questo articolo di Caritas italiana


Impressionati dagli sbarchi, molti italiani pensano che gli immigrati siano in grande maggioranza maschi, africani, di religione musulmana. Ma la realtà è molto diversa: gli immigrati residenti in Italia sono prevalentemente donne (52%), prevalentemente europei (50,9%, in maggioranza cittadini dell’UE: 30,4% del totale), prevalentemente di tradizione culturale cristiana (57,5% in gran parte ortodossi) contro un 28,2% di musulmani (Caritas e Migrantes 2018). Sono alcuni dei fatti e cifre spiegati da Maurizio Ambrosini in L'invasione immaginaria, l'ultimo libro del massimo esperto in Italia sulle migrazioni.


Una fotografia degli effetti della pandemia sulla mobilità umana nel XXIX Rapporto Immigrazione 2020 di Caritas e Migrantes, con approfondimenti sia italiano, sia europeo, sia extraeuropeo.


Fatti e cifre degli 80mila migranti in transito lungo la rotta balcanica nel tentativo di raggiungere il nord Europa nel Rapporto Caritas Italiana sulla Rotta Balcanica del febbraio 2021


A causa del Covid 19 i migranti sono diventati quasi invisibili e rischiano ancora di più il contagio del Coronavirus, come denuncia un'inchiesta dello European Data Journalism Network, che rende noti i risultati del sondaggio condotto su un campione di 30.000 richiedenti asilo dall'Organizzazione mondiale della Sanità.


“Siamo scappati di casa per salvare le nostre vite, per sfuggire alla guerra, e ora ci troviamo di fronte al Coronavirus”. Sono le parole di Rozhan, su La voce di New York del 30 dicembre 2020, una rifugiata irachena che ha compiuto un lungo e faticoso viaggio in Bosnia-Erzegovina, con suo marito, Ibrahim, ed i tre figli.

Storie dal Campo

Sul social corner di Papa Francesco incontriamo Pegah, una bambina di 10 anni proveniente dall'Iran e oggi al campo profughi di Usivak, una ex caserma poco fuori Sarajevo, diventata un campo che accoglie soprattutto famiglie con bambini e minori non accompagnati. C’erano circa 600 persone nel campo prima dell’estate ora sono oltre 900.

Nel servizio di Beppe Pedron della Caritas Italiana la descrizione di come si viva a Cox’s Bazar, il campo profughi più grande del mondo.

Altre testimonianze in video

Le migrazioni di oggi e il razzismo


Il video di Hub scuola (HUB Scuola è la più grande piattaforma italiana per la didattica digitale) sottolinea la differenza tra immigrazione percepita e reale e offre alcuni suggerimenti per combattere il razzismo

Vie sicure d'ingresso dal Niger


Un servizio di 15 minuti di Valentina Loiero trasmesso dal TGCOM24 ci offre una panoramica delle problematiche connesse alle migrazioni dalla zona Niger – Mali  e delle attività connesse alle vie legali e sicure d'ingresso attraverso i corridoi umanitari, anche per i casi particolarmente vulnerabili evacuati dalla Libia

Shine Your Light


In India, i rifugiati hanno unito le loro voci in un canto di speranza e di gentilezza. Affiancati dal vincitore di Grammy Ricky Kej, i 24 musicisti rifugiati si sono riuniti per “Shine Your Light” – una canzone, eseguita in quattro lingue diverse (inglese, dari, farsi e pashto) che invitava gli ascoltatori a celebrare la nostra comune umanità.

Liberi di partire, liberi di restare


Conserva tutta la sua attualità questo bellissimo video

prodotto nel 2018 dalla Caritas di Biella.

Proposte per le celebrazioni

Ecco alcune proposte per vivere insieme la celebrazione della Quaresima 2021

Domenica 21 marzo

Cosa possiamo fare insieme

EMERGENZA PROFUGHI BALCANI

Ambito MIGRANTI/RIFUGIATI

Grazie a questo progetto sosterremo

il supporto al nuovo campo di Lipa

Come diocesi di Novara aderiamo alla campagna “Dacci oggi il nostro pane quotidiano” per aiutare le nostre comunità cristiane ad allargare lo sguardo sulle povertà di oggi e sul divario che la crisi pandemica ha reso ancora più ampio. La nostra Quaresima di Fraternità 2021 intende sostenere i progetti che la Caritas Ambrosiana promuove in favore dei migranti in Bosnia, sulla Rotta balcanica, dove quotidianamente si consumano tragedie di miseria e di abbandono. Non possiamo voltare il nostro sguardo altrove o soltanto rimanere a guardare: è tempo di prossimità, di solidarietà e di condivisione.


Progetto congiunto